The sky is not the limit.

Il cielo non è il limite.

Banale, lo so.
Ma non in questo caso.

Perchè sai, metaforicamente parlando intendo che non ci si può fermare al dolore, non ha senso piangere il passato se nel presente non muovi neanche un passo.
Non possiamo portare fiori alla sua tomba e lasciar scappare fuori dalle labbra l’aria che ci attraversa dalla crepa che s’è aperta quel febbraio; non possiamo restare ancorate alle lacrime perchè il loro sale ci permetta di non dimenticare.

Tu non puoi.
Non puoi perchè hai un vento dentro che scalda più d’una tempesta.
Hai delle passioni che ti sconvolgono le notti, e devi renderle più forti degli incubi.

Non puoi perchè mi fai ridere tanto, con la tua macchina scassata e i delfini sotto le scarpe.
Non puoi perchè sei un’anima affine, e io ti ho riconosciuta.

IMG_1479

Ricrescita.

I ricci sono cresciuti senza che neanche me ne accorgessi,

me li ritrovo dietro le spalle

a solleticarmi

angoli che prima non raggiungevano.

E tu,

come loro,

ti sei allungato su di me,

dentro me,

in silenzio

per scoppiare all’improvviso

quando mi sono guardata allo specchio con un nuovo sorriso.

That Green Gentleman