Come quando mi hai toccata e ho scoperto di essere di vetro.

su Oasis – Wonderwall

Ora capisco la paura d’amare.
Solamente ora
mi appare davanti agli occhi
-o meglio: all’altezza dello stomaco-
la voragine dell’abisso che m’aspetta se tutto andrà male.

L’ho messa in versi solo perché l’enjambement riesce a sottolineare almeno in parte quest’enorme terrore che non so bene perché ma non ho mai conosciuto prima. Almeno non così _____ (fill in the gaps: forte, reale, possibile).

 

Gatto (7)

E va bene la pioggia (oltre la metereopatia)

su L’Officina della Camomilla – Un fiore per coltello

E va bene la pioggia
sulle foglie delle tue palpebre
mi va bene che la ascolti
con il naso in su
e la schiena rivolta a me

E va bene la pioggia
quando cade dai marciapiedi
e dalla nebbia
dalle punte dei tuoi nodi
e non dal cielo che non crolla

E va bene la pioggia
perché anche se l’hai capito
io ogni volta sto qua a ripeterlo


che la pioggia va bene
vai bene tu
e va bene il viaggio,
che le curve ci saran sempre
e va bene avere il giusto disco
mentre fai fatica a tenere il volante.

IMG_2951